giovedì 18 settembre 2014

Dimissioni.


Dieci piccoli indiani.

Uno partì per Roma. Per una riunione che non si tenne mai.
Il secondo rimase intossicato dal sushi.

Il terzo salì sul Duomo. E non volle più scendere.
Due si persero dentro l'Ikea.
Il sesto stà ancora cercando un "so what" per la sua slide.

Il settimo rimase a piedi. Davanti all'elettrauto.
L'ottavo non si rese conto di cosa stesse accadendo.
Il nono non ha più una casa.

L'ultimo si imbarcò. Per il passato remoto.

4 commenti:

  1. io ti lovvo tantissimo quando scrivi queste cose

    RispondiElimina
  2. Meno male che ancora quqlcuno mi lovva :)

    RispondiElimina
  3. Sempre stata la mia preferita...;-)

    RispondiElimina